Abbiamo fatto la storia!

Light è legale: l’ultima rivoluzionaria sentenza della Cassazione.

Il percorso di libertà intrapreso attraverso la messa in commercio delle infiorescenze di cannabis a basso tenore di THC ha raggiunto una nuova ed importantissima tappa.
Con la sentenza depositata il 31 gennaio, la VI Sezione Penale della Corte di Cassazione ha dichiarato leciti la vendita e l’uso, qualunque sia, della cannabis light.

Dire che la si può fumare non è più un tabù e nessun provvedimento penale od amministrativo contro i consumatori è legittimo.

Easyjoint nacque, dando il via al fenomeno che tutti stiamo osservando da ormai due anni, proprio per questo.
Ci verrebbe da dire: “Missione compiuta!”.

Ciò che i giudici della suprema corte hanno messo nero su bianco noi lo dichiariamo dal momento stesso in cui siamo nati ed abbiamo dato l’avvio alla commercializzazione dei fiori di cannabis: una legge scritta per “promuovere e sostenere” la filiera della canapa non può impedire il commercio di quella parte della pianta che, più di tutte, sosterrebbe e promuoverebbe l’intera filiera.
E lo abbiamo dimostrato.

Una filiera asfittica che, grazie al commercio finora mal tollerato dalle istituzioni, ha generato migliaia di nuovi posti di lavoro sia nel settore agricolo, che in quello commerciale, che nel terziario (pensiamo a quanti consulenti, laboratori di analisi, società di packaging, marketing e trasporto si sono attivati). Una filiera che ha creato un giro d’affari ragguardevole contribuendo sensibilmente alle finanze pubbliche; una filiera che ha destato l’interesse dei media nazionali ed internazionali e, come conseguenza, l’interesse di fondi ed investitori stranieri e società di analisi finanziaria

Da ottobre l’Italia è considerata da ben quattro società di analisi economica il primo mercato europeo in cui investire.
Easyjoint ne è stata la prima beneficiaria con l’accordo con la holding canadese LGC Capital ed a seguire altri accordi internazionali sono stati raggiunti.

Easyjoint, progetto sia commerciale che di azione politica, trova piena legittimità nelle parole dei giudici della Corte di Cassazione.

La società italiana era matura per il nostro messaggio di libertà e, nell’assenza della decisione politica, la Magistratura ha fatto ciò che le compete: ha dato risposta ad un fenomeno sociale importante chiarendo la liceità dell’intera iniziativa.

A breve inizieranno in Parlamento le sedute per la definizione delle regole della cannabis light. Il nostro auspicio è che la politica riconosca la bontà del progetto ed assecondi questo fenomeno compreso nella sua interezza dai giudici di Cassazione.

“Ora si può” fu uno slogan che usammo qualche mese fa ed affiggemmo lungo le strade di Roma e Milano.
Era allora un augurio ed una speranza.
Ora è realtà.

Grazie a tutti coloro che ci hanno affiancato ed hanno sostenuto il progetto di Easyjoint. Non è ancora finita ma siamo sulla strada giusta, dalla parte giusta della Storia.

Sulla sentenza della Cassazione e sull’inizio delle audizioni alla Camera per approvare una raccomandazione al Governo che faccia chiarezza sulla vendita delle infiorescenze di canapa leggi anche l’intervista de La Stampa a Luca Marola.

Offerte e novità!

Per essere sempre aggiornato sugli articoli, le offerte e i prodotti Easyjoint iscriviti alla Newsletter!

Quella volta che il Messico legalizzò la marijuana

Quella volta che il Messico legalizzò la marijuana

Il Messico vuole legalizzare la marijuana, ancora. Ce la farà questa volta? Qualche giorno fa il Messico è mancato all’appuntamento con la legalizzazione. Il Senato avrebbe dovuto presentare alla Corte Suprema entro fine ottobre una proposta di legge per legalizzare e...

La cannabis contro l’emicrania

La cannabis contro l’emicrania

Come evito di farmi scoppiare la testa con il CBD. Per me avere l’emicrania è come avere due viti conficcate nelle tempie. Più diventa dolorosa più vorrei strizzarmi la testa sino a farla scoppiare. Lavorare diventa difficilissimo, concentrarsi, leggere, mettere il...

Perché la droga dovrebbe essere legale.

Perché la droga dovrebbe essere legale.

Il fallimento della guerra alla droga.Per spiegare perché è giusto legalizzare la cannabis e in generale decriminalizzare tutte le droghe, bisogna capire anche il perché, in primo luogo, queste sostanze sono diventate illegali. La cannabis è stata utilizzata con scopi...

articoli e news

Leggi tutti gli articoli del blog di Easyjoint