Easyjoint Manifesto

Legalizzare è prima di tutto una questione di libertà.

Nel 2017, ad Indica Sativa Trade, abbiamo annunciato la nascita di Easyjoint; quest’anno la nostra partecipazione alla fiera è stata un’occasione per ribadire i motivi che due anni fa ci hanno spinto a dar vita a questo progetto: sostenere il movimento antiproibizionista e diffondere conoscenza sulla cannabis, perché legalizzare è prima di tutto una questione di libertà.

In occasione di questo weekend di incontri ed eventi abbiamo scritto un Manifesto, una dichiarazione di intenti, un documento per spiegare qual è il nostro impegno nella lotta per la legalizzazione della Cannabis.

Diversi prodotti, una sola pianta

È coltivata per le sue fibre o per coglierne i fiori; è utilizzata nell’edilizia e in medicina; è cucinata, distillata, macinata; è trimmata, rollata, fumata; è vietata e sequestrata; è legale regalare, spedire e venderne i semi; è illegale metterla in un vaso, innaffiarla e coltivarla; è in prima pagina sui giornali; è un mercato e una filiera produttiva: questa è la cannabis e Easyjoint è un tassello nella storia di questa pianta.

Legalizzare la cannabis è prima di tutto una questione di libertà personale.

A questa idea fondamentale Easyjoint ha dato eco dando il via al mercato italiano di cannabis light, con la convinzione che una florida comunità di imprenditori antiproibizionista dà efficacia a tutto il movimento.

Proviamo a ricordarci…

Solo due anni fa nessuno di noi poteva immaginare che anche in Italia si potesse iniziare a parlare di cannabis con la frequenza, la positività e la tranquillità con cui, di lì a poco, se ne è effettivamente iniziato a parlare. Dal 12 maggio 2017, con la nascita del progetto Easyjoint, la cannabis è effettivamente entrata nelle case degli italiani: la prima breccia è stata aperta.

Premesso che:

CBD e THC sono molto diversi, ma allo stesso tempo molto simili in quanto derivati dalla stessa pianta; attraverso lo sviluppo e il commercio di uno si parla e si diffonde conoscenza anche dell’altro.

Le attuali politiche proibizioniste sono anacronistiche, anti scientifiche e di fatto molto lontane dalla realtà e dalle scelte personali dei cittadini.

Le leggi proibizioniste, oltre ad essersi dimostrate inefficaci, costituiscono un danno per la società, avendo portato ad un aumento della popolazione carceraria, delle disuguaglianze e del commercio illegale.

Nei paesi in cui il commercio di cannabis è legale e regolato si è sviluppato un mercato trasparente e florido dei prodotti a base di cannabis che ha portato alla creazione di nuovi posti di lavoro, investimenti e ricerche.

In Italia, nonostante le recenti ed esaustive sentenze della Cassazione, la politica non ha ancora fatto chiarezza sul tema della cannabis light.

Cosa facciamo attraverso Easyjoint?

1. Ci impegniamo con incontri, dibattiti, manifestazioni affinché la politica dia legittimità giuridica al mercato della cannabis light per permetterne lo sviluppo nella piena legalità.

2. Attraverso l’attività commerciale, vogliamo veicolare l’educazione e l’informazione sulla cannabis.

3. Richiamando l’interesse dei media e della società, stimoliamo il dibattito sulla cannabis per aprire gli occhi sulla confusione dell’opinione pubblica su questo tema.

4. Promuoviamo la filiera di questa pianta attraverso la ricerca e lo sviluppo, per offrire al nostro pubblico prodotti sempre migliori, sicuri e al passo con le ricerche sugli effetti e le proprietà di questa pianta.

5. Attraverso le campagne di comunicazione, volgiamo portare all’attenzione di tutti che legalizzare la cannabis e regolamentarne il mercato è una questione di libertà, per mettere fine allo spaccio illegale, scegliere responsabilmente, curarsi o intraprendere un’attività economica nella piena legalità.

6. Supportiamo e creiamo iniziative per finanziare ricerche, manifestazioni, conferenze, eventi, progetti a favore del movimento antiproibizionista.

Offerte e novità!

Per essere sempre aggiornato sugli articoli, le offerte e i prodotti Easyjoint iscriviti alla Newsletter!

420, l’origine del mito

420, l’origine del mito

Qual è la vera storia di questo magico numero? Il 20 Aprile (il 4/20 secondo il modo americano di indicare le date), è il Cannabis Day, la festa della cannabis celebrata in tutto il mondo, una giornata dedicata a feste ed attivismo a favore della marijuana. Ma come...

Le donne fumano marijuana?

Le donne fumano marijuana?

Gli effetti della cannabis raccontati dalle donne Quasi un decennio fa, la rivista Marie Claire coniò il termine stiletto stoner per descrivere le donne che dopo una giornata di duro lavoro per rilassarsi preferiscono fumarsi una canna piuttosto che bere un bicchiere...

The New Normal

The New Normal

Lo spot di MedMen racconta la storia della cannabis in America: l’Italia seguirà il percorso di legalizzazione intrapreso da molti stati nel mondo? Mentre la marijuana sta diventando parte della cultura di massa, molte agenzie che si occupano della vendita di spazi...

articoli e news

Leggi tutti gli articoli del blog di Easyjoint

Share This