420, l’origine del mito

Qual è la vera storia di questo magico numero?

Il 20 Aprile (il 4/20 secondo il modo americano di indicare le date), è il Cannabis Day, la festa della cannabis celebrata in tutto il mondo, una giornata dedicata a feste ed attivismo a favore della marijuana.

Ma come mai proprio il 20 aprile? Da cosa deriva il 420? Qual è la vera storia di questo magico numero?

California, autunno 1971. Cinque studenti, i The Waldos (chiamati così per l’abitudine di ritrovarsi tutti i giorni presso il muro della San Rafael High School) vennero a conoscenza dell’esistenza di una vasta piantagione di marijuana abbandonata a circa un’ora d’ auto dalla loro scuola. Un tesoro nascosto che andava assolutamente trovato (e fumato).

Per trovare il campo i Waldos, ogni giorno alle 4.20, salivano a bordo di una Chevrolet del ’66 e, fumando marijuana, andavano a cercare la piantagione, purtroppo senza mai trovarla. Da allora 420 divenne la parola in codice per parlare della marijuana.

A diffondere l’uso del 420 furono i Greateful Dead ai cui concerti e feste i Waldos partecipavano spesso. I numerosi fan della band iniziarono ad usarlo, ma a rendere 420 un fenomeno internazionale fu la rivista High Times che adottò il termine, lo utilizzò su volantini, articoli e riviste rendendolo parte della cultura della cannabis e dei suoi rituali (per esempio significa che le 4.20 sono l’orario perfetto per iniziare a fumare).

Il 420 è adesso noto a livello mondiale e il 20 aprile è il giorno in cui le persone si riuniscono per celebrare e consumare la cannabis.

Buon 420!

Offerte e novità!

Per essere sempre aggiornato sugli articoli, le offerte e i prodotti Easyjoint iscriviti alla Newsletter!

Perché la droga dovrebbe essere legale.

Perché la droga dovrebbe essere legale.

Il fallimento della guerra alla droga.Per spiegare perché è giusto legalizzare la cannabis e in generale decriminalizzare tutte le droghe, bisogna capire anche il perché, in primo luogo, queste sostanze sono diventate illegali. La cannabis è stata utilizzata con scopi...

CBD e sport, pronti via!

CBD e sport, pronti via!

Prova il CBD dopo allenamento. Foto by UnsplashLa marijuana non è solo per i pomeriggi lenti fatti apposta per poltrire sul divano. Il CBD, il componente non psicoattivo della cannabis (quello che non sballa) è infatti un ottimo alleato nel recupero dopo un’attività...

Tu, il Sole e il CBD: il triangolo che non avevi considerato.

Tu, il Sole e il CBD: il triangolo che non avevi considerato.

Prova il CBD per lenire le scottature del Sole. Foto by UnsplashD’estate il Sole è un pretendente ardito: davanti a lui sentiamo il desiderio di spogliarci, vogliamo che il Sole ci baci e i suoi baci ci fanno arrossire lasciando un segno, temporaneo souvenir della...

articoli e news

Leggi tutti gli articoli del blog di Easyjoint